Ultima modifica: 8 Settembre 2022
ICS "Bonaccorso da Montemagno" > Home page > News > Nuovi giorni lunghi scuola primaria

Nuovi giorni lunghi scuola primaria

Quest’anno abbiamo una novità importante per le classi quinte a tempo normale, l’introduzione di un secondo giorno lungo. Di seguito riportiamo i giorni per tutte le classi e dopo spieghiamo perché è stato necessario inserire il secondo rientro.

Scuola primaria “Fabrizio de André”

  • Tutte le classi tranne le quinte – martedì
  • Classi V A e V B – martedì e giovedì

Scuola Primaria Alberto Manzi

  • Classe V B (per chi fa tempo normale) – lunedì e mercoledì

Scuola primaria “Don Giuseppe Puglisi”

  • Classi III A e III B – giovedì
  • Classe IV A – venerdì
  • Classi V A e V B – martedì e mercoledì

Qui sotto, per chi è interessato, spieghiamo perché abbiamo dovuto introdurre il secondo rientro.

Perché è stato inserito un secondo giorno lungo nelle quinte?

L’introduzione del secondo giorno lungo è stata necessaria perché lo scorso anno il governo ha deciso di inserire l’insegnate specialista di educazione fisica nella scuola primaria. Quest’anno verrà introdotto solo nelle classi quinte e il prossimo anno nelle classi quarte. Questo nuovo insegnante farà 2 ore di educazione fisica che si aggiungeranno alle 27 ore di lezione che già si facevano nel tempo normale portando il totale di ore di lezione a 29. Se fino allo scorso anno noi facevamo un orario di 28 ore (27 di lezione + 1 di mensa) quest’anno dobbiamo aggiungere, nelle quinte, le 2 ore di educazione fisica e questo significa aggiungere anche un’ora di mensa perché non possiamo aggiungere ulteriori ore il pomeriggio senza fare anche la mensa. Come sempre nel tempo normale sarà possibile scegliere di mangiare a casa ma nell’orario abbiamo dovuto inserire comunque un’ora di mensa in più, facendo passare l’orario a 31 ore (29 ore di lezione comprese le 2 nuove ore di educazione fisica + 2 ore di mensa).

Perché non ci avete detto prima che le quinte avrebbero avuto un rientro in più?

Non lo abbiamo fatto perché non lo sapevamo nemmeno noi. Il governo ha annunciato l’introduzione dell’insegnante di educazione fisica con 2 ore dedicate alla materia la primavera scorsa promettendo di pubblicare delle linee guida per spiegare alle scuole come introdurre questo nuovo insegnante. Le linee guida non sono ancora state pubblicate nonostante le numerose richieste (nostre e delle altre scuole di tutta Italia) e il ministero ha spiegato che queste 2 ore di educazione fisica erano da intendersi come ore da aggiungere soltanto venerdì 2 settembre, in una conferenza on line. Le scuole hanno fatto notare che annunciare questa cosa adesso poteva essere un problema ma il ministero ha confermato che questa era l’unica strada e quindi noi non abbiamo potuto fare altro che adeguarci con una soluzione che sconvolgesse il meno possibile gli orari attuali.

Ma quindi d’ora in poi resteranno per sempre 2 rientri nelle quinte e dal prossimo anno anche nelle quarte?

Non necessariamente. Per le classi a tempo normale il ministero ci chiede semplicemente di fare 29 ore di lezione e noi possiamo organizzarle come vogliamo. Ad esempio potrebbe essere possibile fare solo la mattina 5 ore dal lunedì al venerdì e 4 ore il sabato. Oppure scegliere una soluzione ancora diversa. I cambiamenti di orario possono essere discussi in consiglio d’istituto con i rappresentanti dei genitori e, se votati dalla maggioranza del consiglio, potranno essere applicati dal prossimo anno scolastico.